GALLERY

Filippo Leonardi

VOLOUNICO – Colombaia

 

Nicola Zappala’ – Giovanna Lizzio

CASA DELLE FARFALLE

 

Stefano Zorzanello

SOUND SHAMANISM

 

Federico Baronello

2010_ NEMO (β)

Il film documentario delle prime missioni sperimentali di NEMO nel mare profondo a sud est di Portopalo (Sicilia). Il NEutrino Mediterranean Observatory è un programma di ricerca e sviluppo in corso, attuato dall’INFN-LNS (Laboratori del Sud dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e parte del progetto europeo KM3NeT, il cui obiettivo finale è la realizzazione di un gigantesco telescopio sottomarino di ultima invenzione progettato per rivelare i neutrini astrofisici.

Federico Baronello, fermo immagine di ‘NEMO_β’, 2009/10. HD movie 1080p30, 32′.

A parte il merito di focalizzare l’attenzione su un tema centrale della cosmologia moderna, risulta estremamente interessante vedere il film di Federico Baronello come lavoro artistico, nel contesto di una regione, vale a dire la Sicilia, dove l’arte e la cultura sono prevalentemente intesi come prodotti la cui funzione principale dovrebbe essere quella di distrarre il pubblico dalle fatiche del lavoro.

 

Paolo Parisi

2004/09 LA CITTÀ DELLA SCIENZA

Nominato dall’Università degli Studi di Catania a dirigere la costruzione del museo della scienza della città, Gaetano Foti ha voluto dare risalto alla ricerca artistica, all’interno di un più tradizionale spazio espositivo con finalità didattiche, intesa come fattore cruciale per il cambiamento della cultura, spesso in stretta connessione con il progresso tecnologico che influenza sempre più la società moderna.

Così, con la Città della Scienza ha innescato un’intensa attività produttiva con artisti visivi e sonori, producendo opere originali spesso progettate per, e ispirate dalla, ubicazione del sito museale, un’ex raffineria di zolfo del XIX secolo situata al centro di Catania, proprio ai piedi del più alto vulcano attivo in Europa, l’Etna.

Paolo Parisi “Observatorium (Valle del Bove)”, 2004/2006, pila di cartone ondulato svuotata all’interno, cm. 260x260x265; tubi idraulici in PVC, impianto e file audio, dimensioni variabili. Composizione sonora in collaborazione con Domenico Vicinanza, CERN, Ginevra. Veduta dell’installazione alla Städtische Galerie im Lenbachhaus, München, 2006. Foto per gentile concessione: dell’autore, Firenze; della Städtische Galerie im Lenbachhaus, München; della galleria collicaligreggi, Catania.

«L’Observatorium del 2004, composto da strati di fogli di cartone che formano un cubo perfetto all’esterno ma consumato in maniera irregolare all’interno, fino a realizzare delle fessure che si fanno cannocchiali e filtri con cui osservare l’esterno…» [Lorenzo Bruni, intervista con “Paolo Parisi. Punto di vista fisico”, Flash Art Italia n.279, 2010]

Ecco, qui sotto, potete avere un assaggio del suono principale del ‘Dies Harmonica’, equivalente elettronico del capolavoro di Albert Mayr e parte dei quattro livelli che compongono l’installazione sonora.

 

Domenico Vicinanza – Gaetano Foti

2005  ETNA VOLCANO SONIFICATION

Have you ever heard a volcano playing on a piano?

L’Etna Volcano Sonification è forse il primo lavoro risultato dal supporto che Gaetano Foti ha investito per realizzare un originale mix tra arte e scienza, al fine di divulgare e promuovere quelle attività di ricerca nell’ambito dei laboratori scientifici dell’Università che, tra l’altro, erano anche collegate a una dimensione media, e competitiva, di un settore industriale sviluppatosi a Catania, appena a sud del vulcano attivo più alto d’Europa.

Domenico Vicinanza, probabilmente, può definirsi più scienziato che artista, tuttavia, l’esperimento portato avanti in collaborazione con l’INFN-Grid di Catania, ha presentato risultati musicali piuttosto sorprendenti. Affascinato dalla ricchezza delle informazioni provenienti dalla natura, Vicinanza ha lavorato, come fosse uno strumento scientifico, alla preparazione della sonificazione dei segnali sismici provenienti dal vulcano Etna.